11-12-2019 Paola Pierotti 1 minuti

Artelia si espande nel Nord Europa e rafforza la sua base nel Sud-Est asiatico

Nella top15 internazionale dell’ingegneria. Il gruppo francese ha acquisito la danese Moe

Colossi dell’ingegneria crescono in Europa. Moe è una delle principali aziende di ingegneria danesi, con più di 900 dipendenti ripartiti fra Danimarca, Norvegia e Filippine, ed è specializzata nei settori dell’edilizia, dell’energia e dell’industria, e delle infrastrutture. Questa società, proprietà dei propri dirigenti, è stata acquisita in questi giorni da Artelia, gruppo internazionale, leader nell’ingegneria integrata, nel project management e nella consulenza, con una base significativa anche in Italia (e in altri 30 paesi del mondo).

Il 5 dicembre 2019 a Copenaghen, Artelia e Moe hanno annunciato l’acquisizione da parte di ARTELIA del 100% delle quote societarie di Moe (fatturato consolidato di 82 milioni di euro nel 2018). “Tramite questa acquisizione – si legge in una nota dell’azienda – Artelia realizza la propria ambizione di diventare una delle principali società d’ingegneria in Europa, con l’obiettivo di produrre la metà del proprio fatturato all’estero entro il 2025”.

In occasione della firma dell’accordo, Benoît Clocheret, Amministratore delegato di ARTELIA ha dichiarato: «Grazie all’acquisizione di Moe, entriamo a far parte del top 15 europeo delle società di ingegneria con i nostri 5.900 collaboratori e un giro d’affari di 632 milioni di euro, di cui quasi il 40 % all’estero (fuori Francia). Unendo le nostre forze, potenziamo le nostre competenze, diversifichiamo la nostra offerta, ampliamo la nostra clientela, acceleriamo il nostro sviluppo internazionale, oltre ad essere resilienti in un mondo instabile e mutevole. Guidati da valori comuni d’indipendenza, di vicinanza al cliente, di eccellenza tecnica o anche, semplicemente, di umanità, inauguriamo una nuova pagina della storia della nostra azienda, assieme all’impegno di garantire ai nostri clienti un incremento costante del nostro valore e di contribuire ogni giorno allo sviluppo sostenibile del pianeta e dei suoi abitanti».

Un’acquisizione che per Artelia aprirà prospettive promettenti di crescita nel Nord Europa. Non solo, grazie ai 90 collaboratori di Moe nelle Filippine la società francese potrà portare avanti il suo sviluppo nel Sud-Est asiatico, dove il Gruppo conta già più di 600 collaboratori in Vietnam, in Tailandia, nelle Filippine, in Cambogia, a Singapore, in Indonesia e nel Myanmar.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Paola Pierotti
Articoli Correlati
  • Castel Sant’Angelo avrà il sottopasso: lavori del Giubileo al via ad agosto

  • Bando Futura, deamicisarchitetti firma l’Itis Leonardo da Vinci di Parma

  • Tall buildings, l’importanza di valorizzare lo spazio pubblico

  • Umberto Lebruto speech SCALO FARINI

    Ex scali Farini e San Cristoforo a Milano, decolla la procedura di vendita