Rosewood Hotels & Resorts sbarca a Roma con un design internazionale

16-01-21   I   | Lettura : 2 Minuti

Apertura prevista per il 2023 per l’hotel di Antirion sgr

«Roma, una delle città più vivaci d’Italia, con un’eredità indubbiamente ricca e un carattere affascinante, è stata per molto tempo in cima alla lista delle destinazioni prioritarie in cui portare la bandiera del gruppo Rosewood»

Sonia Cheng

D

opo il nuovo Bvlgari Hotel, annunciato nei mesi scorsi e firmato Antonio Citterio Patricia Viel, arriva un’altra novità per l’hotellerie a Roma: nel 2023 aprirà i battenti un’altra struttura del segmento extra-luxury, il Rosewood Roma, parte del gruppo internazionale Rosewood Hotels & Resorts. Sorgerà all’interno dell’ex sede della Banca Nazionale del Lavoro (Bnl), nella centralissima Via Veneto. Un affidamento al gruppo di Hong Kong da parte di Antirion sgr, società di gestione del risparmio che aveva acquistato l’immobile la scorsa primavera, e che tra le sue ultime operazioni in Italia registra l’acquisizione di una Rsa a Bologna per 10 milioni di euro e la selezione come uno dei 4 finalisti, con Progetto Cmr e Ambiente Spa, per l’area dell’Ex Macello a Milano nel contesto di Reinventing Cities.

Il Rosewood Roma, quarta struttura del gruppo Rosewood in Italia, aprirà in un complesso che comprende tre edifici storici degli inizi del 1900, opera dell’architetto e urbanista modernista Marcello Piacentini. Il coordinamento dell'intervento di riqualificazione dell’immobile sarà gestito da Colliers International; il progetto architettonico invece è stato affidato a Jacobs, mentre l’interior design sarà firmato dagli australiani di BAR Studio. Un intervento che, come sottolineato nella nota di Antirion, punta a valorizzare l’eredità architettonica di Piacentini, innestando però allo stesso tempo elementi di design contemporaneo. Le camere saranno 157, tra le quali 44 suite, e 3 i locali per la ristorazione, tra cui un bistrot italiano, un lobby bar con caffetteria e un rooftop bar con terrazza con vista sulla città. Centrale sarà anche il tema del wellness, con una spa sul tetto dell’hotel, un’altra terrazza benessere e un centro fitness, oltre a delle “moderne” terme romane che andranno ad occupare gli spazi di quello che era in origine il caveau della banca.

«Roma, una delle città più vivaci d’Italia, con un’eredità indubbiamente ricca e un carattere affascinante, è stata per molto tempo in cima alla lista delle destinazioni prioritarie in cui portare la bandiera del gruppo Rosewood», ha dichiarato Sonia Cheng, Amministratore delegato del gruppo Rosewood Hotel.

Tra le altre strutture del gruppo in Italia ci sono Castiglion del Bosco in Toscana, e di prossima apertura tra il 2022 e il 2023, Porto Cervo e Venezia. Sono invece 11 progetti in corso di sviluppo in Europa, divisi tra Regno Unito, in Germania, Austria, Spagna e Paesi Bassi.

Immagine di copertina tratta da www.antirionsgr.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Accetto
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per offrirti una migliore esperienza di navigazione. Accedendo a questo sito, chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni consulta la nostra pagina sulla Privacy Leggi di più
Biennale Venezia scali Milano comunicare l'architettura Salone del Mobile e fuorisalone
Aut Aut Architettura, chi sono i giovani talenti che si sono aggiudicati il Museo dei bambini
Il team guidato da Oma si aggiudica l'ampliamento del museo egizio di Torino
Tre scuole per Amaa. Alleanza con i colleghi che condividono le battaglie
rigenerazione urbana le iniziative le competizioni innovazione i protagonisti la scuola
Il nostro Paese alla Biennale di Venezia. Chi c'era in lizza?
Fosbury Architecture, ecco chi cura il prossimo padiglione Italia
Biennale Architettura 2023, con la Lokko l'Africa come laboratorio del futuro