A Londra il più alto edificio in legno per uffici

07-02-2023 Francesca Fradelloni 2 minuti

Sette piani in legno massiccio per il Black & White Building di Tog firmato Waugh Thisleton Architects

Progettato da Waugh Thistleton Architects, il Black & White Building, nel cuore di Shoreditch a Londra, apre la strada alla rivoluzione dell'architettura sostenibile, concreto esempio di edilizia circolare, di architettura off site, sintesi di ingegneria e design. Questo è anche il primo spazio di lavoro costruito da zero da Tog, la società fondata nel 2003 da Olly Olsen e Charlie Green, specializzata nella fornitura di spazi di lavoro di design, che gestisce più di 50 edifici a Londra, Leeds, Bristol, Berlino, Amburgo e Francoforte, con oltre 20mila membri. Il Black & White Building lo chiamano l’“architettura della bastanza”: ogni elemento ha uno scopo, nulla è superfluo e tutti i materiali e i processi sono il più possibile efficienti e sostenibili.

Si stima una riduzione del 37% del carbonio incorporato rispetto a strutture analoghe e l’edificio sarà alimentato al 100% da fonti di energia rinnovabili. Con la grande novità che l'edificio (che per essere costruito prevede che i singoli pezzi, realizzati in fabbrica, vengano assemblati e avvitati in sito) può essere in futuro smontato e riutilizzato, coerentemente ai principi dell’economia circolare.

«Quando ho saputo che Tog stava pensando ad un nuovo edificio per uffici sostenibile, è stato come se fossi in coda a un music club e avessero messo la mia canzone preferita. Ammiro il fatto che hanno avuto la volontà e il coraggio di farlo. Hanno sfidato gli scettici – il commento di Andrew Waugh, Architetti Waugh Thistleton – e hanno preso in mano le redini della situazione».

Sette piani in legno massiccio per questo nuovo edificio per uffici. Alto 17,8 metri, è un progetto di sostituzione edilizia, al posto di un ex capannone per la stagionatura del legname. La struttura è in legno lamellare a strati incrociati, con elementi in legno impiallacciato laminato: materiali ad alte prestazioni, ingegnerizzati, che generano già nella fase di produzione molte meno emissioni di gas serra rispetto ad analoghe soluzioni in acciaio o cemento, oltre a essere altamente durevoli.


Tog e Waugh Thistleton hanno deciso di realizzare un edificio che riducesse al minimo le emissioni di carbonio sia nella fase di costruzione che nelle sue modalità operative.


Alla fine del suo ciclo di vita, come anticipato, le componenti potranno essere recuperate e riutilizzate. Il team, tra l’altro, prevede di ottenere la certificazione e valutazione Breeam Excellent.

All'interno, il Black & White Building è stato progettato per incoraggiare l'interazione e la collaborazione, consentendo alle persone di entrare in relazione attraverso una varietà di spazi in molteplici modi. In tutto l'edificio si trovano sale di varie dimensioni e disposizioni, con un continuo rapporto tra interno ed esterno, che culminano sulla terrazza in copertura, con vista sul paesaggio urbano. Per massimizzare la luce naturale nell'edificio durante il giorno, un pozzo di luce corre per tutta l'altezza, dal tetto fino al cortile del piano terra. Nel complesso, l'edificio ospita una trentina di postazioni di varie dimensioni, sei sale riunioni, focus booths e diverse aree per il relax, un centinaio di posti bici e servizi con docce. Al piano inferiore, accanto al cortile interno si apre uno spazio dedicato allo yoga e al corpo libero che ospiterà un calendario di attività incentrate sul benessere olistico.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Francesca Fradelloni
Articoli Correlati
  • Architettura stampata in 3D. Sarà una vera rivoluzione?

  • Idrogeno per barche in 25 porti italiani, grazie a NatPower H e Zaha Hadid Architects

  • Il futuro dell’edilizia passa per il Dfma. L’industria rimette al centro il progetto

  • Sostenibilità degli edifici, un nuovo sistema per misurare l’impronta carbonica