Utopian Hours

Majora Carter, quando il rinnovamento urbano fa crescere l’economia dei territori

L’attivista newyorchese, il 15 ottobre ad Utopian Hours, racconta a thebrief la lotta per la giustizia ambientale
I

ntervista esclusiva a Majora Carter, l’attivista newyorchese che il 15 ottobre sarà a Torino per Utopian Hours. A thebrief ha raccontato la sua lotta per la giustizia ambientale nel South Bronx e la sua idea di città del futuro con le sue proposte per migliorare la condizione di chi le abita. A capo di una sua società di consulenza per lo sviluppo immobiliare e la rivitalizzazione urbana, ha concentrato l'attività di questa sulle strategie “talent-stickiness” nelle comunità e nelle aziende, convinta che il futuro del verde sia questione di appartenenza: il pianeta si salva partendo dalla cittadinanza.
 

Majora Carter

Francesca Fradelloni
approfondisci

5 Luglio 2019    Francesco Fantera    Lettura : 3 minuti

Utopian Hours 2022: le sfide dell’urbanistica e i nuovi mestieri “urbani”

Appuntamento a Torino per imparare come essere protagonisti del cambiamento
L

’edizione 2022 di Utopian Hours, a Torino dal 14 al 16 ottobre, chiude la trilogia sulla città messa in discussione sia in termini di forma fisica che di forma di governo. 


La kermesse sarà un laboratorio di idee che parte dalle pratiche e sposta il focus sul citizen-making.


Il titolo scelto quest'anno "8 miliardi di città" prende spunto dal fatto che presto al mondo saremo otto miliardi di abitanti, ognuno con le proprie peculiarità ed esigenze con i progettisti che quindi saranno chiamati a realizzare quasi un posto su misura per ognuno di noi.

Paola Pierotti
approfondisci

5 Luglio 2019    Francesco Fantera    Lettura : 3 minuti

Origami di legno, con Wood Skin la progettazione parametrica si materializza

N

ata nel 2013 Wood Skin traduce in realtà le complesse superfici in 3D. Una start up che produce a Milano e che spedisce in tutto il ondo in due dimensioni dopo di che il prodotto finale viene assemblato a destinazione. Ora il gruppo punta a nuovi partner produttivi nei diversi mercati in cui opera, dagli Usa ai paesi del Golfo, da quelli europei al Giappone. Con la nuova nata, Materea, si vuole lavorare con altri materiali e altre tecniche, partendo sempre dallo sviluppo progettuale e puntando alla prototipizzazione degli elementi d’arredo.

Paola Pierotti
Approfondisci

Iscriviti alla nostra newsletter
Unisciti alla nostra community

News

27 Novembre 2018    Redazione    Lettura : 3 minuti

Yacht design, gioco di squadra tra ricercatori, imprenditori e progettisti

Flessibilità e adattabilità al lavoro in team sono quindi entrate a far parte delle caratteristiche necessarie per emergere nel mondo dello yacht design

Yacht e architettura. Per i non addetti ai lavori due mondi distanti e senza punti di contatto; per i progettisti, un settore ricco di opportunità che da sempre vede la commistione di più professionalità, fra le quali spicca quella dell’architetto.

Approfondisci

3 Marzo 2019    Redazione    Lettura : 5 minuti

Dalla città di Prato al caso ENI, cosa può fare chi punta sul driver della circolarità

Al Festival della città toscana, idee, storie e best practice che coinvolgono pubblico e privato.

Recò Festival è l’occasione per rimettere le città, con i loro contenuti e contenitori, al centro dell’agenda politica. «La manifestazione del 15 marzo, Global strike for Future – ha commentato l’europarlamentare Simonà Bonafè tra gli autori del nuovo pacchetto normativo Ue – ha riacceso un faro sull’urgenza drammatica delle questioni che riguardano la sostenibilità ambientale.

Capita che troppo spesso si parli di economia circolare a sproposito.

Bisogna cambiare approccio in tutto, per dare vita ad un nuovo sistema di produzione. Se ci si limita a considerare questo argomento nell’ambito di una politica dei rifiuti perdiamo l’ultimo treno. Grazie all’innovazione tecnologica, la circolarità può essere l’unico driver per una politica industriale sostenibile».

Approfondisci

29 Marzo 2019    Elena Pasquini    Lettura : 2 minuti

Non solo investitori: il Mipim dei professionisti

Dai progettisti agli avvocati tra barche, presentazioni e soluzioni interattive tra gli stand del Palais du Festival

La contaminazione è di casa al Palais du Festival di Cannes nei giorni del Mipim: professioni, ruoli, territori, mission e vision. Nazioni, città, studi di progettazione nei padiglioni della kermesse internazionale si alternano alle catene alberghiere, ai rappresentati delle università e agli studi legali. Nel porto turistico sono numerosi gli yacht attraccati su cui sventolano le […]

Approfondisci