31-03-2022 Fabrizio Di Ernesto 2 minuti

Nasce a Malta l’Is-Siċċa, polo dell’innovazione della blue economy

Con Pininfarina Architecture, il progetto lanciato dal ministero per l’Energia, le imprese e lo sviluppo sostenibile

Architettura made in Italy a Malta dove il ministro dell'Energia, delle imprese e dello sviluppo sostenibile, Miriam Dalli, ha annunciato il progetto di rigenerazione del valore di 40 milioni di euro del litorale di Birżebbuġa e Marsaxlokk, nell’estremità sud della piccola isola mediterranea.

Il progetto dell’Is-Siċċa, questo il nome, è firmato dallo studio di design internazionale Pininfarina Architecture e sorgerà su un’area dove attualmente trova posto un impianto di stoccaggio di carburante; una volta completato rivitalizzerà la costa con oltre 18mila metri quadrati di spazi educativi, di ricerca e sviluppo, commerciali e ricreativi.

Nelle intenzioni dei promotori l’Is-Siċċa dovrebbe diventare un hub di innovazione nel cuore del Mediterraneo, attirando talenti, imprese ed eco–startup.

Prendendo ispirazione dal paesaggio dell’isola, il progetto mette in relazione due elementi fondamentali, l’acqua e la terra, generando un legame senza precedenti tra architettura e natura, valorizzando le comunità locali e favorendo l'interazione tra eco-startup attive nel campo della blue economy (sulla linea delle indicazioni della recente pubblicazione dedicata al dialogo tra città e porto).

Studiato in conformità alla strategia di sviluppo sostenibile per le isole maltesi per il 2050, il piano sviluppa tutti gli aspetti del ciclo di vita dell'edificio, utilizzando materiali naturali a base biologica tecniche di costruzione leggera per limitare al minimo l'energia di lavorazione durante la produzione, riducendo al contempo le emissioni ambientali complessive, con il 70% dell'uso di energia derivata da fonti rinnovabili e sistemi di efficienza energetica.

Annunciando il progetto la Dalli ha spiegato: «Is-Siċċa non sostituirà solo un'industria inquinante ma sarà un progetto innovativo per raggiungere gli obiettivi di sostenibilità di Malta: genererà attività economiche di qualità con un impatto positivo sull'ambiente e sulla società».

Giovanni de Niederhausern, SVP Pininfarina Architecture ha commentato: «Is-Siċċa si ispira alle prominenti scogliere che dominano It-Torri ta' San Luċjan, segue un gesto morbido e levigato che collega due elementi, acqua e terra, generando un legame senza precedenti tra natura e architettura».

Più nel dettaglio l’area da un punto di vista commerciale, Is-Siċċa offrirà open space per le startup con vari servizi e risorse per gli imprenditori nel campo della sostenibilità e dell'innovazione, centri di incubazione per l’industria verde e spazi destinati a strutture educative. Mentre il 7% dello spazio sarà destinato alle imprese, oltre il 50% del progetto sarà dedicato all'uso ricreativo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Fabrizio Di Ernesto
Articoli Correlati
  • La nuova vita dei cantieri navali di Pietra Ligure

  • Il futuro delle città: parte da Verona la riflessione del Cnappc

  • Intesa Cdp Real Asset Sgr-Finint Investments: in arrivo 800 nuovi posti letto per universitari

  • Milano già guarda alla seconda vita delle strutture olimpiche