06-05-2021 Paola Pierotti 3 minuti

Symbiosis cresce con il nuovo headquarter Snam (firmato Piuarch)

Svelato il progetto nato da un concorso ad inviti. Nuovo landmark a sud di Porta Romana

«Uno degli aspetti più caratteristici del progetto è la continuità del verde tra spazi esterni ed interni, che servirà da elemento promotore della qualità dell’aria nell’ambiente lavorativo»
Piuarch

Piuarch (vincitore di un concorso internazionale ad inviti) firma la nuova sede milanese di Snam: un edificio in dialogo con la città e il verde. Covivio ha annunciato di aver firmato un contratto di compravendita per la cessione di un edificio di futura realizzazione all’interno del distretto Symbiosis a Milano, a sud di Porta Romana, che diventerà l’headquarter di Snam a partire dal primo trimestre del 2024.

L’area. Il nuovo immobile sorgerà tra via Condino e Via Vezza d’Oglio nell’ambito del progetto iconico di sviluppo e riqualificazione urbana Symbiosis, che si estende su una superficie di 125mila mq. Nel quartiere, Covivio è protagonista anche dello sviluppo di Vitae, progetto di rigenerazione urbana sostenibile e a zero emissioni, che ha riunito un partenariato d’eccellenze radicato nella città di Milano, e si è aggiudicato il concorso internazionale Reinventing Cities, promosso dal C40 nel 2019. Insieme a Coima e Prada Holding, Covivio è anche protagonista, in quella zona della città, della riqualificazione dell’ex Scalo ferroviario di Porta Romana all’interno del quale Covivio realizzerà funzioni a uso ufficio e servizi.


Un business district che rientra nell’iniziativa Sharing Cities per la creazione di un quartiere smart e sostenibile che segue le linee guida di Horizon 2020, il più grande programma di ricerca e innovazione dell'Unione Europea.


I contenuti. Il progetto, in coerenza con la mission di Snam di contribuire alla transizione energetica nell’interesse dei propri stakeholder, adotta un approccio innovativo per rispondere ad alcune delle principali sfide ambientali. Snam ottimizza così la presenza immobiliare sul territorio, e ha scelto l’opzione di investire in un’architettura contemporanea coerente con il nuovo modo di lavorare, più flessibile e aperto alla socialità.

Render di progetto. © Piuarch
L’architettura. Progettato da Piuarch (studio che ha vinto anche il concorso per lo Human Technopole di Mind) l’edificio avrà una superficie complessiva di circa 19mila mq, e sarà composto da tre volumi sovrapposti suddivisi in 14 piani. Oltre agli uffici flessibili ed efficienti, si prevedono spazi dedicati alla socialità tra le persone. L’alternanza di ambienti di lavoro con spazi dedicati alla collaborazione, alla creatività e all’innovazione, sarà inoltre affiancata da servizi che contribuiranno a garantire alti livelli di benessere per le persone. «Uno spazio – spiegano da Snam – dove l’ufficio non è più solo un luogo fisico di lavoro, ma una destinazione, un contesto dove generare valore per tutti gli stakeholder e vivere il senso di comunità Snam».


Inevitabili gli standard delle certificazioni nazionali e internazionali in termini di efficienza energetica (LEED & WELL non inferiori a Gold, BRAVE, CENED e Casaclima).


«Nel progetto per Snam – commentano gli architetti – abbiamo considerato una nozione ampliata di architettura, che soddisfa le esigenze della società di oggi. Siamo andati oltre la scala degli ambienti artificiali convenzionali che troviamo negli spazi di lavoro, nei paesaggi e nella progettazione urbana, cercando di stabilire un dialogo sincero tra ambiente naturale, spazi funzionali e di condivisione».

Render di progetto. © Piuarch
Il paesaggio. «Uno degli aspetti più caratteristici del progetto – spiegano da Piuarch – è la continuità del verde tra spazi esterni ed interni, che servirà da elemento promotore della qualità dell’aria nell’ambiente lavorativo. All’esterno sarà realizzato un parco di oltre 8.500 mq, progettato dal paesaggista Antonio Perazzi, con un teatro di verzura, che potrà anche essere aperto ai cittadini con attività didattiche all’aperto ed eventi. Un paesaggio dal disegno riconoscibile, innovativo, ecologico e allo stesso tempo molto rispettoso per l’ambiente».

Nel corso dei prossimi mesi, Snam coinvolgerà le proprie persone e la comunità del quartiere in iniziative di comunicazione e sensibilizzazione sul nuovo progetto.

La squadra. Accanto a Piuarch che firma il progetto architettonico, ci sono SCE Project per le strutture, Tekser per gli impianti, Studio Antonio Perazzi per il paesaggio, Habitech per la sostenibilità, Artelia per la direzione lavori e Gad per i computi e le stime economiche.

In copertina: render di progetto. © Piuarch

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Paola Pierotti
Articoli Correlati
  • Intesa Cdp Real Asset Sgr-Finint Investments: in arrivo 800 nuovi posti letto per universitari

  • Milano già guarda alla seconda vita delle strutture olimpiche

  • Bosco dello Sport di Venezia, al via il super-progetto sopravvissuto al Pnrr

  • Roma, addio al Centro direzionale Alitalia: al suo posto case, una scuola e aree verdi