14-10-2021 Chiara Brivio 2 minuti

Al Brooklyn Bridge Park di New York il Premio internazionale per il paesaggio Rosa Barba 2021

L’intervento sull’East River di Michael Van Valkenburgh premiato come modello per i nuovi waterfront urbani

È stato il progetto per il Brooklyn Bridge Park a New York, firmato da Michael Van Valkenburgh, ad aggiudicarsi il Premio internazionale per il paesaggio Rosa Barba 2021, indetto nell’ambito dell’11esima edizione della Biennale di architettura del paesaggio di Barcellona.

Un intervento che si estende su un’area di 34 ettari e per oltre 2 chilometri di lunghezza sul waterfront dell’East River, e che ha trasformato, nel corso degli ultimi 20 anni, un sito industriale abbandonato e in decadenza in un “vibrante spazio pubblico”, come si legge nella nota del premio. Un luogo recuperato di cui hanno fruito, solo nel 2019, 5 milioni di visitatori, e che ha contribuito a ristabilirne la biodiversità, oltre che a rianimare i 6 moli, divenuti ormai obsoleti, e a migliorare l’accesso pubblico a questa porzione di città.


«Un nuovo modello – si legge ancora – per la trasformazione dei waterfront urbani» che fonde il confine tra l’East River e il parco stesso.


Il progetto dell’architetto e paesaggista americano ha prevalso sugli altri 10 finalisti provenienti da tutto il mondo, aggiudicandosi i 15mila euro in palio.

Sebastián Monsalve, Medellín River ParkMenzione speciale della giuria – composta da Esteban Leon, a capo del programma sull’elaborazione dei profili di resilienza delle città nell’ambito del UN-Habitat, Cristina Castelbranco dell’Università di Lisbona, James Hayter dell’Università di Harvard e gli architetti Kongjian Yu e Julie Bargmann – al progetto River Park di Mellelin, in Colombia, firmato da Sebastian Monsalve Gomez e Juan David Hoyos Taborda. Anche in questo caso si tratta di un parco urbano che favorisce l’accesso agli spazi pubblici e che integra il corridoio fluviale del fiume Medellin con l’area metropolitana e i sistemi strutturali della città colombiana.

Oltre al premio per il paesaggio, nell’ambito della manifestazione promossa dall’Ordine degli architetti della Catalogna con l’Università Politecnica è stato annunciato anche il vincitore del Premio internazionale per le scuole, quest’anno andato al progetto per il City College di New York. Tra gli altri 8 finalisti, figura anche la Scuola di architettura, urbanistica, ingegneria delle costruzioni del Politecnico di Milano.

In copertina: Brooklyn Bridge Park, firmato da Michael Van Valkenburgh

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Chiara Brivio
Articoli Correlati
  • Rigenerazione urbana, la lezione delle ex Reggiane spiegata dal sindaco

  • A2A Headquarters, Milano, render by ACPV ARCHITECTS

    Tutti gli ingredienti di un buon progetto. Intervista a Patricia Viel

  • Rigenerazione più coraggiosa per le periferie, Rampelli: «Stop al dogma del consumo di suolo»

  • Con l’architettura, per prendersi cura delle città