29-11-2016 1 minuti

C40, il sindaco di Milano a Città del Messico per il summit sulle politiche climatiche

Beppe Sala sarà protagonista dei tavoli di lavoro per l’adattamento e la mitigazione urbana

"Milano è una città leader nella lotta ai cambiamenti climatici. Lavoreremo insieme a Sala per tradurre in realtà l’accordo di Parigi"

Eduardo Paes

Dal 30 novembre al 2 dicembre Città del Messico ospiterà il sesto Summit dei Sindaci C40 – Cities Climate Leadership Group, meeting a cui parteciperanno esperti di clima, leader politici e rappresentanti delle Ong impegnate a contrastare il cambiamento climatico. Anche Milano, che di recente è stata confermata dalla classifica ICityRate come città più smart d’Italia, parteciperà all’evento con il sindaco Giuseppe Sala.

“In questi giorni a Città del Messico avremo l’occasione di confrontarci sulle azioni da intraprendere nelle città – afferma Sala –. Come sindaci abbiamo il dovere di indicare a tutti le linee guida da seguire e questo può essere fatto solo attraverso la collaborazione e l’individuazione di buone pratiche sostenibili a livello ambientale, economico e sociale”. Focus del meeting sarà proprio quello di trovare le modalità di promozione di un futuro urbano resiliente, a ridotte emissioni di anidride carbonica.

Sala ha dichiarato di voler illustrare durante il summit gli sforzi messi in atto da Milano sul fronte della sostenibilità: dalle politiche di mobilità che permettono la riduzione del traffico e dell’inquinamento dell’aria in città, ai risultati sul fronte della raccolta differenziata dei rifiuti. “Milano è una città leader nella lotta ai cambiamenti climatici. Non vedo l’ora di lavorare con il sindaco Sala nei prossimi mesi per tradurre in realtà, nelle nostre città, l’accordo di Parigi” ha commentato Eduardo Paes, Presidente di C40 e sindaco di Rio de Janeiro. 

Il capoluogo lombardo fa parte del comitato direttivo dell’evento (steering committee), l’organo composto da 13 città – Amman, Boston, Copenhagen, Durban, Hong Kong, Jakarta, Londra, Los Angeles, Città del Messico, Rio de Janeiro, Seul, Tokyo e Milano – che coordina e indirizza le azioni e le politiche messe in atto dal gruppo e che aprirà i lavori mercoledì 30 novembre.

Insieme a Rotterdam, Jakarta e Città del Capo, Milano sarà inoltre protagonista del dibattito “Adapting to Tomorrow: creating low-carbon, resilient cities for our grandchildren – Trasformare il domani: creare città a basse emissioni di carbonio, resilienti per i nostri nipoti”. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Articoli Correlati
  • Biennale, dal Canada un padiglione di lotta per il “diritto all’abitare”

  • ANCE-ACER

    Giubileo 2025 spa rassicura l’edilizia romana: «Gare veloci e trasparenti»

  • La rigenerazione urbana è anche sociale. E passa dagli impianti sportivi

  • Caserma Garibaldi, cortile. Progetto di Beretta Associati

    Il presidio garibaldino di Milano diventa ateneo sostenibile