31-05-2014 Paola Pierotti 1 minuti

Dieci anni di lavoro e tre opere importanti: la via della serietà e della tenacia tracciata da Fabrizio Barozzi

Lo studio EBV in Spagna è decollato grazie ai concorsi internazionali

"Investiamo 4-5 mesi per preparare un concorso, li consideriamo una cosa molto seria. Quest'anno abbiamo partecipato solo a due gare. Ma tutti i nostri incarichi sono frutto di concorsi"

Fabrizio Barozzi

Dallo Iuav a Siviglia, l'architetto Fabrizio Barozzi, classe 1976, originario di di Rovereto associato con un collega spagnolo ha realizzato la Filarmonica di Szczecin in Polonia, l’Auditorium Infanta Doña Elena ad Aguilas e il Centro di Promozione della D.O.C. Ribera del Duero a Roa. Dieci anni di lavoro, tre opere importanti, molti progetti nati dai concorsi. Serietà e tenacia, sono le parole d'ordine per lo studio Ebv Barozzi Veiga nato nel 2004 con base a Barcellona .

“Quando abbiamo fondato lo studio facevamo 6 concorsi all'anno, ora molti meno: investiamo 4-5 mesi per preparare un concorso, li consideriamo una cosa molto seria. Quest'anno – dice Barozzi – abbiamo partecipato solo a due gare. Ma tutti i nostri incarichi sono frutto di concorsi”. Tra gli ultimi vinti quello per un Museo delle Belle Arti a Losanna in Svizzera.

Barozzi è il Giovane Talento dell’architettura italiana del 2013. Il suo percorso è iniziato come quello di tanti colleghi, prendendo la via dell’Erasmus, ma il successo dipende “dalla voglia e dall’energia che uno ci mette. Le vie sono diverse. Di fatto noi Ebv abbiamo saltato la gavetta, abbiamo iniziato con incarichi importanti aggiudicati grazie ai concorsi, ma ci sono tantissimi studi che riescono a fare bene seguendo un percorso classico, partendo da un piccolo incarico da parte della famiglia o di amici. A tutti è richiesta tenacia”.

Approfondimento PPAN. A Roma la presentazione del museo di Losanna

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Paola Pierotti
Articoli Correlati
  • Diversificazione, industrializzazione dei processi e organizzazione. Chi è Dba Group

  • A Milano una high line come a New York, il futuro secondo FS Sistemi Urbani

  • Castel Sant’Angelo avrà il sottopasso: lavori del Giubileo al via ad agosto

  • Bando Futura, deamicisarchitetti firma l’Itis Leonardo da Vinci di Parma