20-06-2014 Paola Pierotti 1 minuti

Scandicci con Rogers vince il premio europeo del Riba 2014

Dodici architetture europee premiate dall’istituto britannico: una in italia, tre in Germania, tre in Austria, tre in Danimarca, una in Olanda e una in Francia

C'è un progetto italiano, il Nuovo Centro di Scandicci firmato da Rogers Stirk Harbour + Partners, tra le opere europee selezionata dal RIBA per il 2014. Oltre alle 44 architetture nazionali, la giuria del RIBA ha scelto 12 opere realizzate in Europa a cui sarà assegnato l'EU Awards. Tra queste c'è un'architettura italiana firmata da un progettista italo-britannico. Si tratta del nuovo centro civico della cittadina toscana di Scandicci dove è stata realizzata una linea della tranvia, dove si integrano uffici e residenze, dove sono stati investiti 34 milioni per realizzare un nuovo cuore per la città in tre anni.

Le dodici architetture selezionate nell'ambito del premio britannico, i cui esiti sono pubblicati su Architects Journal disegnano una mappa dell'architettura contemporanea, con altrettanti landmark che rispondono alla domanda di cultura e di spazi pubblici, non mancano gli spazi per gli studenti e le infrastrutture.

Se i dodici progetti fossero tappe di un viaggio virtuale che parte da Scandicci, in provincia di Firenze, si arriverebbe in Austria dove ci sono ben tre opere segnalate: la biblioteca universitaria di Zaha Hadid e il dipartimento di legge dell'Università progettato da CRAB studio a Vienna e il Musiktheater di Linz di Terry Pawson Architects.

In Germania, a Berlino è stato segnalato il progetto Joachimstrasse di David Chipperfield, ad Amburgo il Baakenhafen Bridge di Wilkinson Eyre, e a Monaco il Lenbachhaus di Foster+Partners. Salendo ancora, in Olanda è stata premiata la stazione metro Kraainnest ad Amsterdam di Maccreanor Lavington , e arrivando a Copenhagen sono stati scelti tre progetti: la Vartov Square di Hall McKnight Architects, il nuovo The Blue Planet di 3NX e il Danish Maritime Museum di BIG.

Unica architettura premiata in Francia è il frontemare di Marseille, Vieux Port, firmato Foster+Partners.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Paola Pierotti
Articoli Correlati
  • Diversificazione, industrializzazione dei processi e organizzazione. Chi è Dba Group

  • A Milano una high line come a New York, il futuro secondo FS Sistemi Urbani

  • Castel Sant’Angelo avrà il sottopasso: lavori del Giubileo al via ad agosto

  • Bando Futura, deamicisarchitetti firma l’Itis Leonardo da Vinci di Parma