Uptown School: a Milano nell’area di Cascina Merlata la scuola per 900 alunni pagata da Euromilano

12-07-20   I   | Lettura : 3 Minuti

Importo lavori da 17 milioni di euro. Civic center firmato Onsitestudio da realizzare per l’anno scolastico 2023/2024
S

ono passati sei anni dall’annuncio del progetto per una nuova maxi-scuola da realizzare a Milano nell’area di Cascina Merlata, con un concept firmato da Onsistestudio che aveva vinto il concorso promosso da Euromilano. E arriva ora dal Comune la notizia che l’operazione si concretizza. Non solo, nel frattempo il grande plesso scolastico pubblico a servizio di tutto il quartiere è stato aggiornato per ospitare fino a 900 alunni (erano 700 quelli del progetto nato dal concorso). Nell’ambito dell’operazione rientra anche la riqualificazione del piazzale antistante il Cimitero Maggiore. Due grandi interventi pubblici che realizzerà Euromilano spa nell'ambito dell'Accordo di Programma relativo al progetto UpTown/Cascina Merlata.

Dopo il rilascio del permesso di costruire, l'iter prevede l’attivazione delle procedure di gara pubblica europea per l’assegnazione dei lavori. L’attivazione della scuola, la cui realizzazione avrà un valore di circa 17 milioni di euro, è prevista per l’anno scolastico 2023/2024.

Ecco come è nato il progetto 

I numeri e le funzioni del nuovo civic center. La cosiddetta “Uptown School” accoglierà 5 sezioni di scuola dell'infanzia, 15 classi di scuola primaria, 9 di secondaria di primo grado: questi i numeri del grande Istituto Comprensivo che sorgerà tra via Pasolini e via Jona per cui l'Amministrazione ha da poco rilasciato i titoli per costruire all'operatore. Il plesso sarà dotato di una palestra idonea allo svolgimento di attività agonistica, uno spazio multifunzionale (palestra per attività corpo libero/auditorium), 2 spazi mensa, 9 aule laboratorio, 2 spazi per attività integrative e parascolastiche, una biblioteca, attrezzature sportive all’aperto (campi da pallavolo e basket, piste di atletica), aula per lezioni all’aperto, un orto/frutteto didattico.

Efficienza energetica. La scuola sarà caratterizzata da prestazioni energetiche NZEB (Near Zero Energy Building), riscaldamento a pannelli radianti, collegamento a rete teleriscaldamento, impianto di raffrescamento estivo, impianto di Ventilazione Meccanica Controllata, impianto fotovoltaico.

Non solo la scuola, le altre iniziative pubbliche. Altro importante intervento nell’ambito dello stesso Accordo di Programma riguarda la riqualificazione del piazzale di fronte al Maggiore. Qui i lavori interesseranno una superficie di circa 55mila metri quadrati e prevedono non solo la sistemazione delle aree a verde, ma anche il restyling della piazza, dei parcheggi a raso (188 posti auto e 16 posti moto), del capolinea tranviario ATM. A tutto ciò si aggiungeranno la razionalizzazione di alcuni tratti della viabilità esistente circostante il cimitero, con le connesse modifiche agli impianti e alle reti dei pubblici servizi, sia fuori terra, che in sottosuolo. Verrà infine curato il decoro urbano della parte prospiciente l’ingresso del Cimitero Ebraico di via Jona. Il complessivo importo dei lavori ammonta a circa 4 milioni di euro.

Tra gli altri interventi pubblici già previsti sull'area, il prolungamento della pista ciclopedonale che costeggia via Gallaratese fino al Cimitero Maggiore e l'ampliamento del parco di Cascina Merlata, che così raggiungerà i 30 ettari complessivi, attraverso la rigenerazione dell'ex Vivaio Gaslini.

«Milano è una città policentrica e gli investimenti privati, in sinergia con quelli pubblici, ci consentono di rigenerare aree strategiche con progetti caratterizzati da elevata qualità e sostenibilità. Ricordiamo che qui – ha commentato l’assessore all’urbanistica Pierfrancesco Maran - arriverà anche una fermata aggiuntiva della Circle Line, a servizio del quartiere e del distretto Mind che sorgerà a poca distanza». «Consideriamo le opere di urbanizzazione inserite nella Convenzione come l’occasione per contribuire alla creazione di una nuova centralità urbana di fondamentale importanza per la Città di Milano» ha dichiarato Attilio Di Cunto, Amministratore Delegato di Euromilano.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Accetto
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per offrirti una migliore esperienza di navigazione. Accedendo a questo sito, chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni consulta la nostra pagina sulla Privacy Leggi di più
Biennale Venezia scali Milano comunicare l'architettura Salone del Mobile e fuorisalone
Aut Aut Architettura, chi sono i giovani talenti che si sono aggiudicati il Museo dei bambini
Il team guidato da Oma si aggiudica l'ampliamento del museo egizio di Torino
Tre scuole per Amaa. Alleanza con i colleghi che condividono le battaglie
rigenerazione urbana le iniziative le competizioni innovazione i protagonisti la scuola
Il nostro Paese alla Biennale di Venezia. Chi c'era in lizza?
Fosbury Architecture, ecco chi cura il prossimo padiglione Italia
Biennale Architettura 2023, con la Lokko l'Africa come laboratorio del futuro